Il comico Diomede ha replicato contro Zelig e Selvaggia Lucarelli dopo la sua battuta shock su Carol Maltesi.

Diomede ha scritto una frase sull’omicidio di Carol Maltesi che ha sollevato una bufera su Twitter e gli è costata l’annullamento della sua performance a Zelig. In una diretta via social il comico ha fatto sapere di non avere intenzione di chiede scusa e si è tolto alcuni sassolini dalla scarpa:

“Erano due anni che non mi esibivo su un palco per via della pandemia. Aspetterò ancora, non mi cambia niente. Spero che tutto il casino che è scoppiato possa dare visibilità a questa serata del 12 aprile allo Zelig. Intanto il mio nome è in trending topic su Twitter, cosa che non era riuscita nemmeno al programma quando è andato in onda dagli Arcimboldi con Claudio Bisio e Vanessa Incontrada. Per dire”, ha dichiarato, mentre sulla Lucarelli ha detto: “Di Selvaggia dico che l’amore non è bello se non è litigarello”.

Selvaggia Lucarelli
Selvaggia Lucarelli

Diomede: la replica dopo la bufera

Diomede non sembra aver intenzione di chiedere scusa dopo la sua battuta shock sul caso di Carol Maltesi. Nel frattempo il direttore di Zelig Giancarlo Bozzo ha sottolineato di averlo cacciato dal programma per questioni di buon gusto e non di censura:

“Non chiamiamola censura per favore, è semplicemente buon gusto. La comicità può benissimo essere scorretta, scherzare anche su certe cose, ma in quel caso deve essere un capolavoro. Questa battuta non lo era, non faceva ridere. Certo, la risata può fare arrabbiare qualcuno, se si sceglie questa via, ma non deve essere urticante”, ha dichiarato a La Repubblica. La vicenda avrà ulteriori sviluppi?

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 31-03-2022


“Nessuno spegne Fabrizio Corona”: l’ex Re dei paparazzi torna sui social

Fedez torna a casa: il gesto della figlia Vittoria ha commosso il rapper