Aurora Ramazzotti: “Ho iniziato ad amarmi”

La scelta di Aurora Ramazzotti di mostrarsi senza filtri per lanciare un messaggio di body positivity contro le critiche degli haters

Aurora Ramazzotti, intervistata da ‘Vanity Fair’, ha confessato di aver sofferto per i tanti attacchi da parte dei propri followers su Instagram:

Mi davano dello scorfano, ho avuto crisi isteriche e disturbi alimentari.

La figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti, per anni, ha subito le critiche degli haters utilizzando, sui social, tanti filtri per coprire le imperfezioni:

Fino a poco prima ero quella che i brufoli li toglieva con Facetune. Ho fatto di tutto per riconoscermi in un modello che ormai non è neanche più bello: ho sollevato gli zigomi, schiarito le occhiaie, snellito la figura, mi piallavo. Oggi, per fortuna, ci piace più vedere una cosa autentica e vera. Ma non è facile svoltare, soprattutto per chi come me è cresciuta bersagliata da cattiverie da parte di tutti. Quel giorno ho capito che non volevo più modificare nulla, al massimo la luce delle foto. Ora non uso neanche più i filtri di luce, vado sempre più verso l’autenticità.

Poi, la svolta definitiva. La scelta di mostrarsi al pubblico accettando i propri difetti fisici, la scelta di fare tanto sport e lanciare messaggi di body positivity:

Soffrivo tanto perché le persone avevano capito quelli che potevano essere i mei punti deboli, mi dicevano che ero grassa, che avevo la cellulite o la faccia da scorfano, che ero brutta. Per la faccia non puoi fare molto, ho imparato ad amarla, a toccarla, ad accarezzarla, ho capito che la mia pelle è la mia protezione, la mia corazza, e devo prendermene cura. Sul corpo, invece, si può fare di più, ma ci vuole impegno. Quando ho iniziato a vedermi meglio grazie allo sport, ho acquisito tantissima confidence e ho iniziato ad amarmi.