A quasi un anno dalla scomparsa di suo marito Sinisa Mihajlvoic, Arianna Rapaccioni ha rotto il silenzio sul suo lutto.

Arianna Mihajlovic, moglie del compianto Sinisa Mihajlovic, ha cercato di vivere con dignità e riserbo il suo lutto per la scomparsa del marito. Per la prima volta al settimanale Chi ha confessato come avrebbe trascorso questi dolorosi mesi e come, grazie alla vicinanza dei figli e degli amici, sia riuscita a non sprofondare nella più completa depressione.

“Aprire la casa senza di lui non è stato facile. Immaginavo di vederlo la sera nel nostro patio, col sigaro. Insieme ai miei figli però ci siamo imposti di ripartire, perché lui avrebbe voluto questo, ma mi manca come l’aria. Quando ho aperto la porta ho trovato i suoi scarpini le sue tute, i suoi vestiti. Mi sono fermata, come se avessi ricevuto uno schiaffo”, ha dichiarato.

Arianna Mihajlovic: la prima estate senza Sinisa

Arianna Mihajlovic ha cercato di affrontare al meglio delle sue possibilità la dolorosa scomparsa di suo marito Sinisa, grande amore della sua vita. Al settimanale di Alfonso Signorini la moglie del compianto allenatore ha svelato come sarebbe la sua vita senza di lui oggi e quali sarebbero stati i suoi punti fermi nei momenti di maggiore difficoltà.

“I primi mesi con i miei cinque figli sono stati tremendi, ma poi ho indossato l’armatura”, ha dichiarato Arianna, che in questi mesi ha ricevuto i messaggi di calore e di solidarietà da parte dei fan. La donna ha svelato anche che a darle l’esempio di vivere la sua vita appieno sarebbe stato proprio il marito, e ha aggiunto: “Mio marito una settimana prima di morire ha fatto dieci chilometri di corsa e io mi devo abbattere o cadere in depressione?”.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2024 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 31-08-2023


Maria Grazia Cucinotta: ‘Aggredita da un uomo a 20 anni’

GF Vip: ‘Un famoso cantante varcherà la soglia della porta rossa’