La pianista Gloria Campaner e Alessandro Baricco hanno detto sì sabato scorso a Moncalieri nel corso di una cerimonia privatissima. 

Gloria Campaner e Alessandro Baricco sono convolati a nozze a Moncalieri, difronte ai soli amici più intimi. Un anno fa allo scrittore era stata diagnosticata la leucemia, e sua sorella Enrica gli aveva fatto una donazione di midollo osseo con cui era stato possibile operarlo. Oggi Baricco sembra aver ritrovato il sorriso accanto a sua moglie, che a Vanity Fair ha confessato:

“È stato un giorno di sole e di festa, un momento lieve e forte allo stesso tempo. Sposandoci ci siamo fatti un regalo dopo un anno di prove difficili per la salute di Alessandro, abbiamo avuto paura e fiducia insieme e alla fine ciò che penso è: l’Amore è l’unica risposta”.

Alessandro Baricco: le nozze con Gloria Campaner

Gloria Campaner e Alessandro Baricco hanno ufficializzato il loro amore con un’intima cerimonia celebrata a Moncalieri alla presenza – sembra – di soli 7 invitati. I due stanno insieme da oltre 4 anni, ma hanno sempre vissuto la loro storia d’amore con il massimo riserbo.

Da tempo lo scrittore sta lottando contro una grave forma di leucemia, e la pianista non ha mai smesso di stare al suo fianco e di mostrargli tutto il suo sostegno. “Dicono i medici (l’equipe del dottor Peccatori, tutti serenamente bravissimi) che è andata bene e che le mie condizioni sono buone. (…) Ce l’ho fatta anche perché la mia compagna Gloria è una donna incredibile, la mia famiglia è fatta di gente tostissima e i miei amici non mi hanno mai lasciato solo. Oh, come vi ringrazio tutti quanti”, aveva confessato via social lo stesso Baricco dopo il delicato intervento a cui era stato sottoposto a causa della sua malattia.

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2024 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 19-12-2023


Eleonora Giorgi dopo la prima chemio: ‘È stata dura’

Cecchi Paone, le nozze con Simone:’In divisione dei beni, casomai qualcuno pensasse male’