Alena Seredova torna a parlare di Gigi Buffon: “Il tradimento? L’ho scoperto alla radio”

La showgirl Alena Seredova vive felicemente la storia con Alessandro Nasi, recentemente ha parlato della fine della storia con l’ex marito.

Era il 2014 quando, dopo 9 anni di storia d’amore (nonché tre di matrimonio), la coppia formata da Alena Seredova e Gigi Buffon scoppiava clamorosamente. Nessuno poteva pensare ad un epilogo così sorprendente vedendo quanto erano particolarmente affiatati. Il binomio modella/calciatore si ruppe a causa di un’altra storia che si era fatta strada…lateralmente!

Parliamo della giornalista e conduttrice Ilaria d’Amico che tutt’ora vive una felice storia con l’attuale portiere, nonché capitano del Parma Calcio. Nel 2016 Buffon e la d’Amico sono diventati genitori di Leopoldo Mattia, mentre la showgirl un anno dopo la delusione del tradimento, è tornata a sorridere grazie al manager Alessandro Nasi. Dalla loro storia è nata Vivienne Charlotte che a maggio ha compiuto ha spento la prima candelina.

C’è stata occasione per riaprire la parentesi legata al famoso tradimento di ormai 7 anni fa. Alena lo fa rispondendo alle domande dei suoi followers  è tornata a parlare del fatto con un animo decisamente più leggero.

Alle spalle i rancori, Alena risponde con il sorriso a chi le chiede come ha saputo la notizia dell’inizio della relazione fra il suo ex marito e l’ex volto di Sky. Lei risponde lasciando intendere che non fu direttamente Gianluigi a parlargli, bensì ci pensò la radio ad informarla e aggiunge ironizzando:

Però non sono stata l’ultima a saperlo. Dopo di me, l’ha saputo mio padre. Sono stata penultima. Bisogna essere precisi

C’è da dire che la stessa dichiarazione è stata fatta a Caterina Balivo nel novembre 2019 a Vieni da me. In quella occasione spese qualche parola anche per i ricordi belli lasciati dalla storia con il portierone: “Ne ho tanti con Gigi, insieme ai ragazzi abbiamo gli album dove c’è il loro papà“. Fra Alena e Buffon i rapporti sono rimasti ottimi anche dopo la fine della loro storia, soprattutto per il bene dei figli: Louis Thomas e David Lee.