Adriana Peluso l’abbiamo vista circa una settimana fa avvinghiata a Giacomo Urtis, amico speciale (tanto speciale) dell’ex gieffina ed ex corteggiatrice che si è mostrata a baciarsi con il chirurgo dei VIP. “Sono bisex” era stata la spiegazione di Urtis ai tanti che si erano incuriositi guardando lo scatto.

A distanza di pochissimo tempo di Adriana ora si torna a parlare sì, ma per una questione molto più delicata e seria: lo scorso 20 agosto Adriana è risultata positiva al tampone per il Coronavirus.

Lo annuncia con un lungo post instagram, spiega che ha lavorato in Sardegna per un mese con i suoi social e che, man mano che rientravano le persone con la quale ha avuto contatti, è stata informata su quelle che sono risultate positive.

Viene invitata a fare un tampone, perciò ha organizzato un viaggio di ritorno per poterlo prenotare: “sono subito rientrata a casa prima della scadenza del lavoro pagandomi anche il biglietto da sola pur di rientrare prima“. Adriana racconta di essersi isolata da subito: “e ci tengo a precisare che non ho visto nessuno. Né parenti, né amici, né sono andata in giro“.

Riceve quindi la telefonata cruciale che le comunica di essere positiva al Covid-19, alla quale ha reagito con preoccupazione:

Ho pianto tutto il giorno. Ero spaventata e pensavo perché proprio io? Poi invece ho pensato e perché non io? Sono stata a contatto con tante persone ed era inevitabile.

Ha comunque rassicurato tutti dicendo di stare bene anche se “non sento né gusti, né odori e ho qualche fitta intercostale” chiudendo con la speranza di poter superare anche questo ostacolo. Intanto nessuna dichiarazione da parte di Urtis che, nel frattempo, ripubblica una story dove compare in videochiamata con Adriana. Chissà cosa si saranno detti…

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 25-08-2020


Flavio Briatore ricoverato per COVID-19

Mahmood nella polemica per la sua opinione sui social: “Tutti devono trovare il lato negativo”