Alfonso Signorini, sull’ultimo numero del settimanale ‘Chi’, in edicola questa settimana, ha rivelato, per la prima volta che i rapporti con Gabriel Garko, qualche tempo fa, era tutt’altro che idilliaci. Tra l’attore e il giornalista, c’era una sorta di antipatia che, nel corso degli anni, ha lasciato spazio ad affetto e stima reciproca:

“All’inizio tra me e Gabriel Garko non correva buon sangue. A me non piacevano le sue storie d’amore inventate con le colleghe: il mio istinto mi diceva che non ci fosse niente di vero in tutte quelle pose e quegli ammiccamenti da fotoromanzo degli anni ’50. E col senno di poi posso dire che non mi sbagliavo. Anche lui non mi sopportava, ovvio. Chi lo circondava gli ripeteva che io non potevo vederlo (e perché mai?) perché non gli davo spazio sui miei giornali. A distanza di tanti anni le cose sono cambiate. Gabriel Garko ha capito molte cose, una su tutte: che nella vita quello che conta di più è potersi guardare allo specchio e piacersi (e guarda caso fino a pochissimo tempo fa lui non riusciva a farlo)”.

La scorsa settimana, Garko, fidandosi dell’amico Signorini, ha scelto la passerella del ‘Grande Fratello Vip’ per il suo coming out e liberarsi di un segreto tenuto nascosto per troppo tempo.

“Sono stato doppiamente felice che abbia scelto me per fare un primo passo importante della sua nuova vita: ha gettato la maschera davanti alle telecamere del ‘Grande Fratello Vip’ liberandosi del peso di un’immagine che per lui era diventata insopportabile, quella dello sciupafemmine, facendo intuire senza troppi misteri la sua omosessualità. Era giusto che lo facesse pubblicamente, perché tutto nella sua vita è stato vissuto così. Farlo per lui non è stato facile: non è semplice ammettere che la vita che fai non ti diverte più, non è facile spogliarsi di tutti i cliché che ti hanno coperto, mostrando una nudità che ancora non conosci. Da oggi Garko sarà un po’ più Dario (così si chiama all’anagrafe) e un po’ meno Gabriel. Adesso sono sicuro che sarà tutto più semplice come sempre accade quando si vive con verità. Ed è grazie a questa verità che io ho trovato un amico”.

Foto | via Ufficio Stampa

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto