Iconize, attraverso una serie di Instagram Stories, ha risposto a Tommaso Zorzi e Dayane Mello. La modella brasiliana avrebbe saputo, in maniera confidenziale, da Soleil Sorgè che il giovane influencer avrebbe finto di aver subito un’aggressione omofoba per qualche followers in più.

Non è mancata la replica di Marco Ferrero (in lacrime e visibilmente provato dalla circostanza):

“Sono stanco e deluso da Tommaso. Le accuse che mi ha fatto lui e Dayane sono davvero gravi. Hanno insinuato che mi sia tirato un pugno da solo per inscenare una rissa, un attacco da parte di omofobi per avere visibilità. Io rispondo dicendo che solamente un decerebrato, un deficiente, un pazzo di mente posso fare una cosa del genere. Io sono una persona capace di intendere e volere, che ha un proprio lavoro, le proprie ambizioni. Ho sempre fatto video di cui ne vado un sacco fiero. Sin da quando ero piccolo ho subito bullismo e mi sono ritrovato in situazioni analoghe. Dei cazzotti in faccia. Sono molto deluso da Tommaso, essendo gay, sa benissimo che ci siamo battuti insieme per i diritti lgbt. Sono spiacevolmente sorpreso che lui non abbia preso le mie parti e mi abbia difeso. Tutti gli insulti che mi stanno arrivando sono dati dalla stupidità. Spero che le persone abbia un po’ di sale in zucca e capire che questa situazione è ridicola. Si tratta di cattiveria gratuita ed odio nei miei confronti. Non voglio nemmeno giustificarmi. Mi fa stare malissimo. Non voglio far parte di questo circuito di merda. Mi dissocio completante. Non sono andato a fare ospitate. Mi hanno chiamato giornalisti per fare interviste. Ho rifiutato. Non ho voluto mai cavalcare l’onda. Ho risposto una volta alle intimidazioni di Tommaso che mi aveva fatto prima di casa. In questo mondo ci lavoro da 10 anni, già prima di Tommaso. Non ho bisogno di essere l’ex di nessuno”

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto