Dopo aver giocato una partita di calcetto a Ferragosto, a Porto Cervo, in Sardegna, insieme a Flavio Briatore e all’allenatore del Bologna ed ex calciatore, Sinisa Mihajlovic, entrambi risultati positivi al COVID-19, l’attenzione si è focalizzata anche su Paolo Bonolis che si è sottoposto al tampone, insieme al figlio Davide, risultando fortunatamente entrambi negativi.

Paolo Bonolis, qualche giorno fa, sempre insieme al figlio, ha preso parte all’edizione 2020 de La Partita del Cuore.

Interpellato dall’Huffington Post, il conduttore romano si è mostrato molto contrariato dinanzi a questa sorta di “caccia alle streghe” ai tempi del COVID, come ha fatto intendere. Di seguito, trovate le sue dichiarazioni:

Ma che ve siete impazziti? Trovo grottesca e insensata questa caccia a chi sta bene e a chi sta male. Trovo grottesco pensare a questo, a chi l’ha contratto e a chi no, e a non pensare a problemi ben più seri.

Nelle dichiarazioni, Paolo Bonolis ha anche affermato di non aver incontrato Silvio Berlusconi, anche lui risultato positivo al COVID-19 e ricoverato al San Raffaele di Milano.

Con le seguenti dichiarazioni, inoltre, Paolo Bonolis ha anche difeso Flavio Briatore, non rinunciando al suo proverbiale sarcasmo:

Torniamo a interessarci di cose più serie, pensiamo al rispetto dell’altro e alla situazione che stiamo vivendo, una di quelle in cui c’è chi paga dazio e chi ne approfitta, chi la paga in prima persona e chi è ricava solo vantaggi. Tra l’altro, trovo ridicolo, questo j’accuse nei confronti di Briatore che, oramai, sembra essere diventato il grande untore, il presidente dell’AGUI, l’Associazione dei Grandi Untori Italiani.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto