Filippo Bisciglia parla della sua malattia a Io e Te

Il conduttore di Temptation Island si è raccontato a Pierluigi Diaco rivelando di avere avuto il morbo di Perthes: "Non ho camminato per due anni"

Diventato famoso per la sua partecipazione al Grande Fratello 6 vinto da Augusto De Megni, Filippo Bisciglia ha poi continuato a fare televisione divenendo dapprima uno dei concorrenti di Tale e Quale Show e poi ottenendo la conduzione di Temptation Island, con una partecipazione nel mezzo ad Amici Celebrities.

Ospite di Pierluigi Diaco a Io e Te, il conduttore ha rivelato di avere avuto un'infanzia alquanto difficile, essendosi trovato ad affrontare il morbo di Parthes quando era piccolissimo, una malattia che gli ha impedito di camminare per due anni:

"Da piccolo sono stato male, ho avuto il morbo di Perthes. Una forte decalcificazione all’anca, che mi ha colpito dai 2 ai 4 anni. Se ne è accorta mia madre e sono salvo grazie a un professore. Lui ha deciso di adottare un metodo differente: prima si operava e si rimaneva zoppi, lui invece ha proposto di non farmi camminare per un periodo di tempo. Sei mesi con una gamba, sei con l’altra e un anno fermo con tutte e due. La cosa ha funzionato, un’esperienza che mi ha formato il carattere, ti segna e qualsiasi cosa faccia la faccio al meglio. Ho iniziato a giocare a tennis e volevo sempre vincere".

Bisciglia ha poi rivelato che grazie alla partecipazione al programma di Carlo Conti si è fatto apprezzare anche per altre doti da un nuovo pubblico, svelando di avere ricevuto i complimenti dal cantante Luca Barbarossa per le sue performance.

Foto: account Instagram Filippo Bisciglia

  • shares
  • Mail