Ieri sera si è conclusa su Canale 5 l’edizione numero 7 di Temptation Island. Il magazine di Uomini e donne ha intervistato il conduttore Filippo Bisciglia, per fare un bilancio del programma che è stato indiscutibilmente un successo di ascolti e social.

Dopo aver definito Temptation Island “uno degli amori più belli della mia vita“, Bisciglia ha risposto così quando gli è stato chiesto quale sia il segreto della trasmissione:

La forza di tutto questo è e sarà sempre il team che lavora dietro questa trasmissione, in primis Maria (De Filippi, ndr). Cerchiamo di rinnovarci in ogni piccola cosa; forse qualcuno non se n’é accorto ma anche il montaggio ha subìto qualche modifica rispetto al passato: ora è più dinamico, intrecciamo le storie di continuo. Le persone mì scrivono che amano questo programma perché è un po’ come una fiction: ti lascia sempre con il fiato sospeso e vai a dormire con la curiosità di scoprire cosa accadrà più avanti. E poi le musiche sono un nostro grande cavallo di battaglia.

Quindi la riflessione su cosa abbia insegnato quest’anno il programma:

Mai come stavolta ci sî rende conto di come nei rapporti abbiano peso le parole non dette, quelle che non si hanno il coraggio di tirare fuori o che si confessano solo agli amici più stretti. La bellezza di Temptation Island che dà la possibilità di osservare i propri fidanzati nella vita di tutti i giorni, quando sono Iontani dalla loro dolce metà. È facile fare i bravi fidanzati mano nella mano con il proprio uomo o Ia propria donna, ma la vera forza di una coppia la si dimostra quando non si è insieme. Tanti credono che la cosa più importante da considerare siano i tradimenti, ma in sette anni di programma di baci ne abbiamo visti pochi. Ciò che crea fratture in un rapporto, e che spesso porta alla rottura, è soprattutto quello che solitamente viene taciuto: le verità e i dubbi che non si ha il coraggio di ammettere di fronte al proprio partner. Basta guardare il caso di Antonella e Pietro.

Bisciglia ha ammesso che il momento più difficile per lui è stato il falò tra Ciavy e Valeria:

È uscito il Filippo di tutti i giorni, che se vede discutere un uomo con una donna, interviene per placare gli animi. Ciavy era molto deluso e ognuno reagisce in base alle proprie sensazioni, ma se avesse lasciato a Valeria la possibilità di replicare, piuttosto che parlarle sopra, sarebbe stato sicuramente meglio.

Infine, ha definito cult la scena in cui “Antonella, mentre Sofia le parlava di se stessa in terza persona, le chiede: “Chi è Sofia?” (ride, Ndr)

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto