Covid, Giuliana De Sio racconta la malattia: "Esperienza traumatica, sono stata due settimane in isolamento"

Giuliana De Sio racconta ad Insonnia il dramma del coronavirus: "È stata un’esperienza molto traumatica, ma la vera paura è stato l'isolamento allo Spallanzani. Ero così felice di tornare a casa che durante il lockdown ero felice e rilassata"

Giuliana De Sio torna in tv e racconta il suo incontro ravvicinato col coronavirus. Un’esperienza drammatica, che ha segnato profondamente l’attrice campana. “Durante il covid ho cercato di sopravvivere, perché ce l’ho avuto in una forma molto grave”, ha rivelato a Insonnia.

La De Sio è stata ricoverata allo Spallanzani in totale isolamento per ben due settimane.

L’isolamento è una cosa che non si può immaginare. Stare chiusi a chiave dentro una stanza da solo, a combattere con un respiro che c’è e non c’è, senza che nessuno possa entrare... È stata un’esperienza molto traumatica, ma ne sono uscita bene. L’ho superato molto bene grazie alla forza della mia testa. Ho avuto più paura dell’intrappolamento che di morire, anche se stavo rischiando. Ma la mia paranoia era quella di stare chiusa”.

Il successivo lockdown a casa è stato pertanto una passeggiata: “Ero così felice di essere tornata a casa che per me il lockdown è stato un momento di libertà rispetto all’isolamento dell’ospedale. Ho vissuto l’angoscia al contrario. A casa ero felice e rilassata”.

  • shares
  • Mail