Eleonora Daniele: "Mia figlia Carlotta è un dono di Dio"

La prima intervista di Eleonora Daniele dopo la nascita della piccola Carlotta

«Alla Madonna ho chiesto le cose più belle della mia vita e quindi anche Carlotta, questa bimba è sicuramente un dono di Dio». Così, in un'intervista esclusiva su Maria con te, in edicola questa settimana, la conduttrice Eleonora Daniele, che il 25 maggio ha dato alla luce la primogenita, nata dalle nozze con Giulio Tassoni. «Le insegnerò a tendere sempre la mano verso gli altri, il che dimostra una nobiltà d'animo e se qualcuno ha bisogno, di spendersi per quella persona. La educherò nella fede e la battezzerò, poi da grande sceglierà lei se abbracciare il credo o no», dice la Daniele che ha già scelto la madrina per la piccola: Mara Venier, «veneta come me, una vera "zia"» e il periodo per la cerimonia, il mese di ottobre.

Il nome è quello della nonna, «incarnava l'amore e questo dice tutto». La Daniele ha vissuto il tratto finale della gravidanza continuando a lavorare sino all'ultimo in tv e convivendo con le ansie della pandemia: «Ora mia figlia fugherà ogni paura». A darle forza la preghiera mariana. «Il mio rapporto con la Vergine è cominciato quand'ero piccola e la mamma e la zia mi portavano al santuario di Thiene. L'Ave Maria e la Salve Regina sono le preghiera che più amo e la Vergine è la prima che invoco, anche in silenzio. Medjugorje? È un grande scenario aperto anche da un punto di vista giornalistico e la Regina della Pace è un'immagine molto forte. Le apparizioni? Rispetto le autenticità di quelle riconosciute dalla chiesa, ma non mi coinvolgono certe forme di misticismo, credo piuttosto nella forza della preghiera, se preghiamo uniti possiamo cambiare il mondo. Per me Maria oltre alla purezza, rappresenta la forza delle donne, la maternità e la pietas un sentimento che la fece grande protagonista, vicino a Gesù».

  • shares
  • Mail