Mara Venier: chi è, età, oggi, marito

Icona del piccolo schermo, Mara Venier alla conquista del Festival di Sanremo 2020.

69 anni all'anagrafe, Mara Povoleri, ovvero Mara Venier, sarà questa sera la regina del Festival di Sanremo, in quanto co-conduttrice al fianco di Amadeus. Zia della domenica, la Venier ha esordito come attrice in Diario di un italiano di Sergio Capogna, nel 1973, per poi cedere alla tv solo negli anni '80.

In tanti anni di carriera Mara non ha mai condotto il Festival, ma quella famigerata scala, come confessato a Oggi, non la farà.

Cercherò di non scenderle. La De Filippi non li ha fatti, quei gradini. Coi tacchi sarà difficile, mi toglierò le scarpe: ho due vertebre spostate, una malattia che si chiama spondololistesi, e c’è una sola persona per la quale rischio l’osso del collo

Ma Mara, ad oggi, non è tesa: "Ne ho vissute tante, non mi spaventa niente. Certo, se avessi dovuto condurlo, sarei preoccupata. Come te mo-vi, te impallinano. Con quel “famoso passo indietro” Amadeus avrà pure fatto un’uscita poco felice, ma lui è talmente perbene che non meritava il linciaggio a cui l’hanno sottoposto. Io sono stata per 12 anni la compagna di Renzo Arbore, che all’epoca era il numero uno. Ero semisconosciuta e stavo due passi indietro, non uno. Quando poi mi è capitato il trenino di Domenica In, l’ho preso al volo e ho dimostrato che qualcosina la sapevo fare pure io".

Nella sua vita privata, la Venier è diventata mamma grazie a Francesco Ferracini, morto il 24 maggio 2016, da cui ha avuto Elisabetta, e all'attore Pier Paolo Capponi, con cui ha avuto Paolo. Nel 1984 ha sposato Jerry Calà, da cui si è separata nel 1987. Fino al 1997 ha avuto una lunga relazione con Renzo Arbore, mentre dal 2006 è sposata con il produttore cinematografico Nicola Carraro, conosciuto nel corso di un casting.

Nicola tornava a Roma dai Caraibi, e un’amica (Melania Rizzoli, ndr) aveva organizzato una serata con sei signore che se lo volevano accalappiare. Io stavo con un giornalista e quindi, a rigore, non avrei dovuto partecipare. Quella mattina avevo le prove con Massimo Lopez per Fantastica Italiana. Ed ero molto agitata: tra me e me sentivo che l’incontro con questo Nicola mi avrebbe cambiato la vita.

E così è stato.

  • shares
  • Mail