Francesca Cipriani, "preferisco essere quella bella piuttosto che quella brava"

Francesca Cipriani ricorda l'esperienza de La Pupa e il Secchione, da 'concorrente'.

10 anni fa, era il 2010, Francesca Cipriani diventava celebre grazie alla seconda edizione de “La pupa e il secchione”, da una settimana tornato in onda su Italia 1 con il titolo “La pupa e il secchione e viceversa”. Proprio la Cipriani, ex naufraga dei famosi, affianca Paolo Ruffini in qualità di co-conduttrice, con lo share della prima puntata che ha premiato programma e conduttori. Intervistata da Tv Sorrisi e Canzoni, Francesca ha confessato di essere stata corteggiata, in passato, da autentici secchioni.

Certo che sì. Il mio primo fidanzato lo era. E non l’ho mai scordato: d’altronde con il primo amore succede sempre così. Nel mio caso, posso dire che era un genio. Non scherzo, era bravissimo, negli studi, nella vita. Comunque attenzione: non tutti i secchioni sono uguali. Ce ne possono essere alcuni che in realtà sono dei “pupi latenti”. E negli anni finiscono per togliersi gli occhiali, fare la ceretta e diventare dei veri fusti.

Ma anche la Cipriani, chi l'avrebbe mai detto, a scuola era uno squalo.


A scuola non ero male. Se andate a parlare con i miei ex professori scoprirete che ero bravissima: avevo otto in quasi tutte le materie. Alla faccia degli stereotipi. Però la mia rivincita è anche essere pupa. La vita da prima della classe può essere dura: si può essere presi di mira o essere vittime di bullismo. Nel mio caso sbocciare come una bellezza è stata una rivincita. Ognuno può pensarla come vuole, ma dietro c’è sempre una storia. Bisogna considerare tutto il percorso di una persona: io non ho problemi a dire che preferisco decisamente essere quella bella piuttosto che quella brava.

Nel futuro professionale della Cipriani, invece, c'è un sogno 'diverso'. Che la riporterebbe all'Isola dei Famosi.

Confesso che mi piacerebbe molto. Mi auguro che in futuro mi prendano in considerazione, magari anche come inviata o come opinionista.

  • shares
  • Mail