Sangiovanni: “Avevo problemi di ansia. Quando ho cominciato a scrivere le cose sono migliorate”

Sangiovanni, secondo classificato di Amici 20, ha vissuto un’adolescenza difficile tra momenti di ansia, paranoia e uso di farmaci

Sangiovanni, intervistato da ‘Tv Sorrisi e Canzoni’, in edicola questa settimana, ha raccontato, per la prima volta, il periodo difficile che ha vissuto in adolescenza:

La scuola era diventata un inferno. Un conto è quando vieni bullizzato dai compagni, un altro conto è quando anche i professori ti dicono: ‘Tu non combinerai mai niente nella vita’. Mi chiudevo in camera senza amici, incompreso.

Un malessere interiore che è riuscito a vincere grazie alla musica che l’ha portato a diventare, grazie alla partecipazione ad ‘Amici 20‘, un esempio per molti ragazzi che stanno affrontando il suo stesso percorso:

Avevo grossi problemi di ansia e paranoia. Ho fatto psicoterapia e ho preso pure dei medicinali. Ma solo quando ho cominciato anche a scrivere le cose sono migliorate davvero. Hai presente quei film horror dove c’è un demone interiore che ti imbruttisce? Quando le mie parole finivano sulle note del telefono era come se, per un po’, me ne potessi liberare.

All’interno della scuola di Maria De Filippi, il giovane cantautore si è innamorato della vincitrice, Giulia Stabile, che, è riuscita a tirar fuori il suo lato più fanciullesco:

Mi aiuta tantissimo. A volte la guardo e le dico: ‘Ma come fai a vedere il mondo così?‘. Sto imparando, con qualche anno di ritardo, a essere il bambino che non sono mai stato.