La nota giornalista Cesara Buonamici ha avuto modo di raccontare qualcosa di più sulla sua vita, compreso il rapporto col marito.

Non solo le parole sul Grande Fratello di cui è diventata opinionista in questa edizione, nel corso dell’interessante intervista a Chi, Cesara Buonamici ha avuto modo di aprire il suo cuore e di parlare del marito, Joshua Kalman, e di cosa l’abbia colpita di lui tanto da arrivare a sposarlo.

Cesara Buonamici parla del marito: la dedica

Solamente pochi giorni fa, la nota Cesara aveva avuto modo di parlare a Verissimo anche della sua vita privata sottolineando come, nella sua relazione col marito, siano i piccoli gesti di galanteria a fare la differenza. (“Mi porta ancora il caffè ogni mattina”, aveva detto).

Ora, nella nuova intervista sul recente numero di Chi, la Buonamici ha ancora una volta rimarcato cosa l’abbia colpita del suo Joshua: “Se sono stata attirata dalla sua professione? No, non credo che ci si sposi con qualcuno per la sua professione. Ho visto in lui altre qualità che non sono legate al suo lavoro”.

Nello specifico la giornalsita del Tg5 ha aggiunto prendendo spunto da una sua frase del passato: “A rendere tale un uomo non è l’aria da macho, ma il comportamento, l’ambizione e la capacità di fronteggiare con sicurezza e situazioni difficili”.

“Credo che questo pensiero lo condivida gran parte delle donne. Ce ne sono, ovviamente, di uomini così. Ma non c’è una folla. Ne ho conosciuti in vari campi, pensi, uno l’ho anche sposato”.

Ecco, quindi, spiegato il motivo per cui da 24 anni la donna è legata al medico israeliano. Un amore e un rapporto di stima che hanno reso questi anni tra loro davvero speciali.

Di seguito anche un post Instagram del Grande Fratello che vede protagonista la giornalista:

Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - GOSSIPBLOG

ultimo aggiornamento: 20-09-2023


Stefano De Martino, le foto con la nuova fiamma: “Ha ritrovato il sorriso”

Rebecca Staffelli risponde alle critiche: “Mai sfruttato il mio cognome”