E ora come faranno Rihanna, Lady Gaga, Beyonce, Katy Perry, Kesha e tutte le altre popstar ultimamente sempre più scosciate? La CBS ha infatti vietato abiti esageratamente ‘osè’ per l’ormai imminente notte dei Grammy, ovvero gli Oscar della musica. Sempre più ipocrita nei confronti del lembo di pelle in diretta, la puritana tv a stelle e strisce vuole così evitare possibili polemiche, abolendo dal principio qualsiasi rischio ‘nudità’

“Per favore, assicuratevi che il sedere e il seno delle donne siano coperti adeguatamente. I costumi in stile tanga sono problematici” . “Assicuratevi che la zona genitale sia coperta, in modo che non vi sia alcun rigonfiamento visibile o esposizione di pelle nuda”.

Questo clamoroso ‘comandamento’, che voi ci crediate o meno, è stato inviato soprattutto agli artisti chiamati ad esibirsi durante la notte, direttamente sul palco, con Rihanna principale ‘pericolo’ per la rete.

Nel 2004, come tutti voi ricorderete, Janet Jackson diede scandalo durante l’intervallo del Super Bowl per un seno di troppo. Pochi secondi in cui il suo capezzolo fece volutamente capolino dall’abito, scatenando un ridicolo putiferio. Ridicolo ma oneroso per la CBS, costretta a pagare una multa di oltre mezzo milione di dollari per il fattaccio.

Passati quasi 10 anni, la rete ha deciso di tagliare la testa al toro, chiedendo soprattutto alle cantanti che intratterranno gli spettatori durante la notte dei Grammy di non esagerare. Niente spacchi inguinali (leggasi farfallina) così come nessun décolleté esplosivo, pena multe che finirebbero per pagare direttamente gli artisti.

Rihanna, Taylor Swift, i Fun, i Black Keys e Mumford & Sons, Justin Timberlake, Elton John ed Ed Sheeran dovranno quindi fare molta attenzione a ciò che finiranno per indossare. Perché nell’ipocrita America di questi tempi, un lembo di pelle in più potrebbe causare cataclismi inimmaginabili.

Fonte: NyPost
Fonte foto: GettyImage

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gossip Straniero Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più