Fabrizio Corona scrive su Facebook e il mittente è localizzato: è lui?

Passo falso tragicomico senza precedenti o mossa studiata con le dovute cautele? Fabrizio Corona, attualmente irreperibile dopo la condanna a cinque anni di reclusione per estorsione aggravata ai danni del calciatore francese David Trezeguet, ha condiviso un messaggio su Facebook.

Il particolare che è subito balzato agli occhi di tutti, soprattutto a quelli dei fans di Corona che hanno commentato l'accaduto anche con ironia, è che il mittente del messaggio, che è stato scritto nei pressi di Quarto Oggiaro, quartiere di Milano, tramite un cellulare, è stato localizzato.

Questo è il contenuto del messaggio:

Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c'è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato.

Il primo pensiero è stato ovviamente il seguente: una persona, che attualmente è definito un latitante, non può scrivere con così tanta leggerezza un messaggio su un social network, se il suo intento è davvero quello di fuggire (ci preme precisare che non stiamo incoraggiando la fuga di un latitante, se Fabrizio Corona si costituisse sarebbe un bene, in primis per la sua persona).

E' anche molto probabile, però, che il messaggio non sia stato scritto da lui. Appena iniziò a spargersi la voce dell'irreperibilità di Fabrizio Corona, infatti, un cronista dell'Ansa provò a contattare Corona al cellulare. A rispondere, però, fu un uomo che chiuse la conversazione frettolosamente.

Di conseguenza, anche questo messaggio su Facebook potrebbe essere stato benissimo scritto da una persona molto vicina a Corona. Quello che è certo è che, indipendentemente dall'autore del messaggio, ora le autorità hanno un elemento in più sul quale indagare.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: