Beyonce fa la modesta su GQ: ma quanto sono potente


Strabordante nelle forme ma anche a parole. Beyonce ha fatto furore sull'ultimo numero di GQ, regalando autentiche perle ai propri fan.

Indossato una mutandina che è tutta un programma, e dimenticati i pantaloni a casa, l'ex Destiny's Child ha infatti dimostrato di essere bella, talentuosa e ancora oggi sensuale, ma tutt'altro che modesta. Perché Beyonce ha detto che...

«Lo so. Sono una donna potente». «Sono più potente di quanto possa capire io stessa. Sapete, quando scrivevo le canzoni per le Destiny's Child era una gran cosa essere giovane ed avere il controllo. All'epoca l'etichetta discografica non sapeva che saremmo diventate famose e ci lasciava fare tutto. Io ne ho approfittato. Nella vita cerco sempre di essere un esempio per molti artisti. È come se vivessi in una favola. Ho lavorato con Pharrell, Timbaland, Justin Timberlake e Dream. Abbiamo cominciato tutti negli anni Novanta quando l'R&B era il genere musicale più importante. Di solito compongo prima la lirica e poi cerco il sound. Spesso ho tutto già in mente e devo solo abbinarlo alla melodia giusta. Ora scrivo con altri autori. Parto dal titolo e cerco di spiegare cosa voglio dire, poi mettiamo in musica la mia idea».

Staccato un contrattino da 40 milioni di dollari con la Pepsi, e pronta a tornare in studio di registrazione per il nuovo album, la neo mamma Beyonce è così passata all'autocelebrazione. Giustificata da 10 anni di carriera straordinaria? Vero, verissimo, ma un po' di (falsa) modestia, ogni tanto, sarebbe cosa e giusta.

Fonte: HuffingtonPost

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: