Kelly Clarkson: "Lesbica? Mi sono sempre battuta per la squadra dei ragazzi"

Nel nuovo numero di Cosmipolitan, in edicola a febbraio, Kelly Clarkson affronta le vorticose voci sulla sua presunta omosessualità. La vincitrice della prima edizione di American Idol ritiene che che la speculazione attorno alla propria vita privata deriva probabilmente dal fatto che porta avanti una storia sentimentale di basso profilo:

La gente pensa, 'Oh, lei è single da troppo tempo.' Questo è il tipo peggior di insulto alla comunità gay. Essere single non vuol dire essere gay. Ma io non mi sono mai sentita insultata da queste insinuazioni. Voglio dire, ho attratto le ragazze più calde, ma non riscontro nessun problema. Oh mio Dio, se fossi lesbica, sarei tanto fortunata. Ma non è solo la mia cosa. Mi sono sempre battuta per la squadra dei ragazzi.

Recentemente, la popstar americana ha ufficializzato l'unione con Brandon Blackstock:


Ci conosciamo da anni, ma non abbiamo iniziato a parlare fino al Super Bowl nel febbraio scorso. Non sono mai stata veramente amata come in questo momento. E questa è la cosa più divertente (o peggiore a seconda dei casi) di sempre: Uno dei miei idoli di supereroi è Whitney Houston, e il giorno della sua morte è stato il nostro primo appuntamento. Sembrava fosse quasi un cattivo presagio. Brandon è assolutamente quello che cercavo da tempo. Non mi sono mai sentita così felice.

Che fortuna sfacciata!

Fonte | via Gossipcop

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail