Su Di Tutto Natalia Estrada si toglie qualche sassolino dalla scarpa. Viene intervistata nell’ambito di un articolo-inchiesta dal titolo: perché i figli di Berlusconi non si vogliono sposare. Interpellano avvocati di grido che ipotizzano una motivazione economica: troppi eredi legali uguale bottino da dividere in troppe parti. La ciliegina sulla torta la mette appunto la Estrada, storica fidanzata del meno noto Paolo Berlusconi, che accusa la famiglia dell’ex Premier di predicare bene e razzolare male. In soldoni: dicono di essere cattolici e poi non seguono le leggi della Chiesa. Convivono e fanno figli senza sposarsi, cose che non si addicono a dei bravi cristiani. Invece, Natalia Estrada afferma di non essere cattolica e ammette di essersi sposata in Chiesa soltanto per far contenti i genitori. Per la serie: andiamo a recitare per il bene della famiglia.

L’intervista poi si sposta sulla sua carriera televisiva ormai diventata un ricordo lontano e Natalia lamenta il suo allontanamento dal piccolo schermo. Ho pensato sempre che la Estrada fosse una donna che si impegna fino in fondo per fare le cose al meglio. Una professionista oserei dire. Ma, i suoi Olè e i suoi passi di flamenco eseguiti ogni 12 secondi e in ogni occasione mi avevano un po’ stancato. Magari, adesso che pare si sia data alla fotografia ai cavalli, avrà modo di pensare come cambiare la propria immagine.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più