Ilary Blasi? meglio Francesco Totti

ilaryFrancesco Totti mi piace. Mi piace come sportivo, mi piace come personaggio, mi piace come persona. Sua moglie Ilary non mi piace proprio. Non mi piace come presentatrice (non fa altro che ridere e piegarsi in avanti), non mi piace come personaggio (se non avesse sposato Totti non sarebbe affatto un personaggio), non mi piace come persona (contrariamente al marito sembra costruita).


E’ di ieri la sua intervista al Corriere della Sera dove la signora Totti ci delizia con le sue massime.

Prima fra tutte la scioccante dichiarazione che nessuna persona sana di mente farebbe mai: avere i coniugi Beckham come modello. Ad Ilary infatti diverte molto essere paragonata a Posh; cosa ci sia di divertente non so. L’intervista prosegue sulle sue scelte politiche: “Voterò Veltroni, mi piace perché sembra mio zio, mi pare di conoscerlo da sempre“. Per fortuna suo zio non assomiglia a Bin Laden, altrimenti eravamo fregati…



Poi passa a descriverci la sua vita privata: lei che cucina i salti in bocca alla romana per Francesco, loro che camminano mano nella mano in un supermercato, lui che la aiuta con i bambini. Ma, clamorosamente, subito dopo ammette che lo mollerebbe volentieri per andare a fare un ipotetico reality.


Ma quello che mi turba maggiormente è la sua prosopopea. Alla domanda del giornalista su chi realmente abbia scelto il nome Chanel per la secondogenita, Ilary ammette che effettivamente l’ha scelto lei e non il figlio Cristian, come inizialmente era stato detto. Inoltre, Ilary ci tiene a precisare che la satira fatta sul nome non la turba affatto e presuntuosamente dichiara: “Chanel è un nome dolce. Riguardo all’ironia fatta ne riparleremo tra dieci anni; vedremo quante bambine si chiameranno come la mia!”. Effettivamente Ilary ha ragione: il mondo è pieno di gente di cattivo gusto…

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: