Mel Gibson ha salvato un gruppo di persone da un serpente velenoso

Periodicamente, si ritorna a parlare di Mel Gibson. Dopo essere balzato agli onori della cronaca per i motivi più vari, e quasi mai positivi, l'attore e regista australiano, questa volta, si è reso protagonista di un atto davvero eroico.

Come riporta il National Enquirer, infatti, Mel Gibson è riuscito a mettere al sicuro un gruppo di persone, salvandole da un attacco di un serpente velenoso.

L'incidente sventato dal regista di Braveheart e La passione di Cristo è avvenuto al Miraval Resort & SPA in Arizone dove Gibson stava trascorrendo un periodo di relax, dopo aver affrontato il divorzio dalla moglie Oksana Grigorieva.

Queste sono le dichiarazioni di una fonte che ha raccontato tutto ciò che è accaduto al National Enquirer:

Mel era in ritiro... era impegnato in un'escursione sulle montagne del deserto con altre otto persone quando improvvisamente si è sentito un rantolo davvero inquietante. Una frazione di secondo più tardi, un enorme serpente a sonagli è scivolato sul sentiero e si è messo in posizione di attacco. Immediatamente, Mel ha difeso tre donne, facendo scudo con il suo corpo, urlando: "State indietro!".

I dettagli sul serpente sono davvero agghiaccianti: l'animale, infatti, era lungo ben sei metri. L'attore, con le altre persone che erano letteralmente immobilizzate dalla paura, ha allontanato il serpente con un ramo di un albero.

Queste sono altre dichiarazioni rilasciate dalla fonte anonima:

Mel è riuscito a domare il serpente, urlando a squarciagola, cercando di farlo uscire dal sentiero. Poi ha mantenuto alta l'attenzione fino a quando tutte le persone non erano fuori dal punto pericoloso. Quando tutte le persone erano definitivamente al sicuro, il gruppo ha dedicato a Mel un applauso travolgente.

Dopo la guerra legale con la ex moglie, nuovi flirt, sfoghi contro i paparazzi, finalmente una bella notizia che migliorerà notevolmente l'immagine di Mel Gibson.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: