Lorella Cuccarini parla del suo rapporto d'amore con Silvio Testi


Un tempo era la più amata degli italiani. Da 20 anni a questa parte è invece 'solo' la più amata da Silvio Testi. Sua sposa dal 1991, Lorella Cuccarini si è raccontata al settimanale Nuovo, svelando i segreti di coppia che le hanno consentito di navigare a vista in questi due decenni di amore (con tanto di infuocate notti di passione).


"Ci piace giocare e scoprirci ogni giorno. Certo, il sesso è importante, visto che abbiamo avuto quattro figli e siamo ancora affiatati, ma l'amore lo è ancora di più. Poi, anche noi litighiamo, è normale, però anche in questo caso occorre essere equilibrati. Quando ci sono figli bisognerebbe sempre trovare una mediazione: per il loro bene"

Mamma di Sara, 18 anni, Giovanni, 16 anni, e dei gemelli Chiara e Giorgio, nati 12 anni fa, Lorella si è poi soffermata sul ruolo di 'madre', sottolineando la sua posizione 'privilegiata', in quanto conduttrice dallo stipendio a dir poco 'ricco'.

"Io non posso essere presa come modello, perché ho le possibilità economiche per avere una persona che mi aiuti. Appartengo a una classe privilegiata. E per fortuna oggi ci sono i nonni che, ormai, suppliscono alla carenza di servizi da parte delle istituzioni.

Scoperta nel lontano 1985 da Pippo Baudo, che la vide in uno spot pubblicitario e le propose di affiancarlo in Fantastico 6 (ricordate Sugar Sugar?), Lorella torna poi al passato, che in qualche modo le fa venire nostalgia:

"Un po' di nostalgia c'è. E' difficile dimenticare gli anni in cui andavano in onda programmi meravigliosi, fatti da personaggi indimenticabili, come Mina e la Carrà: da un sabato sera alla domenica mattina, ti permettevano di diventare un personaggio popolare. Proprio come è successo a me!".

E come ormai succede sempre più raramente, reality esclusi. Purtroppo.

Fonte foto: Getty Images

  • shares
  • Mail