Green Day, Billie Joe Armstrong in rehab fino al 2013?

Potrebbe durare fino al 2013 il periodo di disintossicazione del frontman dei Green Day: a rivelarlo il produttore Rob Cavallo.

Il periodo di disintossicazione di Billie Joe Armstrong potrebbe protrarsi più a lungo del previsto. Il frontman dei Green Day è ricoverato in una clinica specializzata da quasi un mese in seguito all’esibizione – finita male e prima del previsto – al festival iHeartRadio di Las Vegas. A rivelarlo è Rob Cavallo, produttore e presidente della casa discografica del gruppo.

Non è uno scherzetto. È sotto supervisione medica per fare in modo che si ripulisca. I suoi dottori stanno ancora valutando la situazione. Tutto ciò che posso dire è che non so se lo rivedremo prima o dopo Natale. Non sappiamo quando tornerà.

I fan del gruppo californiano potranno ingannare l’attesa ascoltando la trilogia discografica in uscita nei prossimi mesi. A ¡Uno!, pubblicato lo scorso luglio, faranno seguito ¡Dos! (13 novembre) e ¡Tré! (15 gennaio). Potrebbe essere stato questo eccessivo sforzo in studio a far perdere la bussola al cantante? Il bassista del gruppo, Mike Dirnt, dice di sì.

Col senno di poi possiamo dire che è stata un’impresa. Sì, ci siamo divertiti ma non abbiamo alzato il naso dal libro per un bel po’ di tempo. Prima o poi bisognava pagarne il conto. È come se fossimo saltati da un treno in movimento. Non dormivano da una vita e a Billie è andata peggio di tutti. Aveva già i suoi problemi. Eravamo lì con lui ma certe cose devi affrontarle da solo. […] La cosa più importante è la mia vita del mio amico.

Nonostante le notizie su Billie Joe non siano rassicuranti, la band non ha ancora annullato le prossime esibizioni in calendario. Il tour americano dovrebbe cominciare a novembre e finire a febbraio del prossimo anno. Staremo a vedere cosa prevarrà, se gli affari o la salute della rockstar.

Via | Rolling Stone

I Video di Gossip Blog