Victoria Beckham, crisi finanziaria per la sua linea di abbigliamento

Gravi perdite per il brand lanciato dalla moglie di David Beckham costretta a licenziare autista e direttore della comunicazione

Aria di crisi per Victoria e David Beckham? No, non crisi matrimoniale, ma di natura economica. Infatti, stando a quanto scrivono i tabloid inglesi, la stilista e imprenditrice sarebbe in gravi difficoltà finanziarie a causa delle pesanti perdite subite dalla sua linea d’abbigliamento, caratterizzata da look minimal chic e avantgarde. Un'operazione commerciale lanciata nel 2005, dopo aver dato l’addio alle Spice Girls e alla carriera da solista.

Si stima che il marchio in 11 anni abbia perso 42 milioni di sterline (12,3 milioni alla fine del 2018, 10,3 milioni l'anno precedente) e che sia a rischio bancarotta. Per tentare di affrontare il problema, l'ex Posh Spice avrebbe tagliato alcune spese, licenziando, per esempio, il suo autista privato e il direttore della comunicazione. Inoltre, il suo atelier ad Hammersmith, Londra, dovrà fare a meno delle eleganti decorazioni floreali realizzate dal fiorista personale della Spice. Victoria, secondo quanto riferito da alcune fonti a lei vicine, sarebbe "distrutta", ma pronta a combattere per difendere il suo "impero della moda".

Nei prossimi mesi, evidentemente, si capirà se la situazione finanziaria migliorerà oppure se saranno necessari ulteriori tagli, se non addirittura drastiche decisioni. Intanto, al netto delle difficoltà imprenditoriali, Victoria e la sua famiglia hanno trascorso il Natale nella sontuosa villa di campagna a Cotswolds Hills, non badando, almeno in questo caso, a spese. Finché dura, meglio godersela.

  • shares
  • Mail