Gina Lollobrigida è "fragile" e "confusa", parola di psicologa

Oggi è il 32enne Andrea Piazzolla ad ad occuparsi della gestione societaria e del patrimonio immobiliare dell'attrice, ma il tribunale chiede che ci sia un amministratore di sostegno

Gina Lollobrigida non sarebbe più in grado di essere autonoma. A scriverlo è il quotidiano La Verità, raccontando che il mese scorso, la Corte d'appello di Roma aveva respinto il ricorso dell'attrice che non voleva saperne di avere al suo fianco un amministratore di sostegno nominato dal tribunale.

La consulente tecnica Paola Cavatorta, incaricata di valutare le condizioni della Lollo, la definisce "fragile" notando che attraverserebbe "momenti di autentico disorientamento spazio temporale per lo più innestati da tematiche persecutorie", alternerebbe sprazzi di lucidità quando ricorda momenti della sua carriera e della sua vita artistica, ad altri in cui appare "confusa".

Secondo i giudici, l'attrice, che si è comunque recata a Los Angeles, dove si gira The Last Diva, il documentario sulla sua lunga carriera, non sarebbe al corrente di quale sia l'ammontare dei suoi beni e di chi si occupi delle società che possiede.

Come ricostruisce La Verità, il patrimonio della diva sarebbe oggi nelle mani di Andrea Piazzolla (nella foto in apertura di post), trentaduenne suo assistente e confidente, rinviato a giudizio per circonvenzione di incapace. Adesso, però, dovrà essere un amministratore di sostegno ad occuparsi della gestione societaria e del patrimonio immobiliare della Lollo, che però continua a tenere al suo fianco Piazzolla.

  • shares
  • Mail