Zac Efron in fin di vita, contrae il tifo mentre partecipa a un reality

Una grave infezione di tifo lo avrebbe quasi ridotto al coma celebrale. Pare che al momento le sue condizioni di siano stabilizzate, ma che non sia ancora guarito del tutto.

Brutto spavento per l'attore americano Zac Efron. Idolo degli adolescenti negli anni 2000 e diventato famoso anche in Italia grazie alla trilogia di successo di High School Musical, il giovane prodigio di Hollywood avrebbe rischiato di morire.

Impegnato da qualche settimana a questa parte nelle registrazioni di un nuovo reality per la televisione americana dal titolo Killing Zac Efron, sarebbe stato trasportato d'urgenza in Nuova Zelanda dove sarebbe però arrivato in fin di vita. Il reality show, che lo vedeva unico protagonista, lo sfidava a sopravvivere in condizioni avverse ad un mese di vita prettamente nomade in Papua, nella Nuova Guinea. Proprio in quelle circostanze, tuttavia, Zac sarebbe incorso in una gravissima infezione, successivamente riconosciuta come una grave e rara forma di tifo.

Anche per questo l'attore è stato immediatamente trasportato in elicottero fino in Nuova Zelanda, ossia nell'ospedale più attrezzato e più vicino. Proprio lì sarebbero state riconosciute le sue condizioni disperate, che gli avrebbero quasi causato il coma celebrale. Zac Efron sarebbe poi stato trasportato in stato di semi-incoscienza presso un ospedale di guerra e più precisamente - come riportato dal sito Gossip e Tv - nell'ospedale di Saint Andrews, a Spring Hill, dove le sue condizioni avrebbero incominciato a stabilizzarsi.

Soltanto dopo diversi giorni di cure è stato possibile un ulteriore viaggio in aereo da parte dell'attore, che da qualche ora sarebbe arrivato negli Stati Uniti per poter terminare le cure in un ospedale americano.

La notizia del gravissimo ricovero di Efron è uscita solo dopo che l'attore è riuscito a tornare in terra americana, ma ancora oggi non sappiamo quali siano effettivamente le attuali condizioni di salute del ragazzo. Pare che stia reagendo positivamente alle cure, ma quel che è certo è che fino a pochi giorni fa le sue fossero veramente condizioni disperate. Un grande in bocca al lupo a Zac per una prontissima guarigione.

 

  • shares
  • Mail