Uomini e Donne, Barbara De Santi: "Non sono aggressiva, forse non vado più di moda"

La dama del Trono Over ha voluto raccontarsi a cuore aperto, spiegando di non essere affatto aggressiva come in molti ancora credono.

Una lunga confessione a cuore aperto quella condivisa da una delle protagoniste più longeve e più amate del Trono Over di Uomini e Donne, e no, non stiamo stavolta parlando di Gemma Galgani. Tra le altre protagoniste del parterre femminile del programma di Canale 5, infatti, ricordiamo con piacere la mantovana Barbara De Santi, già presente nel programma anni fa, ma tornata a Uomini e Donne soltanto di recente.

La donna, intervistata dal Magazine di Uomini e Donne, si è raccontata a cuore aperto. Ha voluto specificare di non essere affatto una donna aggressiva come, a suo dire, molti uomini ancora pensano:

"Io credo di essere passata di moda perché lascio i numeri e i cavalieri non li prendono. Per ora, quindi, tutto tace e non so quale ne sia il motivo, forse faccio paura, ma magari con questo nuovo taglio di capelli qualcosa si smuove. Devo dire che nel parterre femminile quest'anno c'è davvero tanta concorrenza: ci sono donne bellissime! [...] Io tendo a partire sempre in difesa (anche fisica), perché sono stata abituata a fare così fin da piccola. Credo che sia anche una questione di carattere, ma non solo. Pensi che, ancora oggi, se ho un appuntamento con un uomo e sono in ritardo, ho paura di essere sgridata, perché se a casa arrivavo dopo il coprifuoco o facevo qualcosa che non andava erano guai! Questa cosa mi è rimasta ho un un forte senso del dovere, sento il bisogno di essere precisa, di non sbagliare. La mia pignoleria probabilmente è dovuta al mio vissuto oltre che a un fattore innato. Probabilmente è un misto di cose questa mia indole così rompiscatole".

La "confessione" però non finisce qui. Barbara infatti prosegue:

"Il mio uomo ideale deve avere soprattutto una mente brillante, deve saper parlare, dialogare ed essere preparato. Mi annoiano le telefonate che si riducono a un 'come stai?, 'cosa fai?', insomma le telefonate vuote. Voglio un uomo che ne sappia più di me, c'è poco da fare. Fisicamente non mi piacciono i fisici scolpiti, gli addominali e i muscoli, ma mi piace anche un po' di panciotta. In ogni caso il punto non è il fisico ma la testa. Cerco anche un uomo ordinato, perchè l'ordine è sinonimo di accoglienza. Perché le mie precedenti storie non hanno funzionato? Per la mia estrema pignoleria e la mia incapacità a scendere a compromessi. La mia perpetua ricerca dell'uomo perfetto che per non c'è. Un uomo che, rivangando tra le mie frequentazioni di Uomini e Donne, dovrebbe avere l'intelligenza di Franco, la fisicità di Guido, la simpatia di Antonio. Anche se non sembra sono una grande coccolona...".
  • shares
  • Mail