Marco Cartasegna offende la città di Frosinone, Paolo Bonolis: "Perché ascoltare un cogli*ne?"

Marco Cartasegna ha successivamente chiesto scusa alla città di Frosinone e ai suoi abitanti.

Paolo Bonolis, pur senza citare il suo nome esplicitamente, ha riservato un commento decisamente colorito all'indirizzo di Marco Cartasegna, ex tronista di Uomini e Donne.

Ripercorriamo i fatti.

Il conduttore di Avanti un Altro e Ciao Darwin e l'ex tronista del programma di Maria De Filippi, recentemente, hanno preso parte ad una partita benefica di calcio tra la Nazionale Cantanti e la Nazionale Conduttori Tv, che si è svolta a Frosinone.

Arrivato nel capoluogo laziale, però, Marco Cartasegna ha condiviso un'Instagram Stories, successivamente rimossa, con la quale aveva parlato non benissimo, utilizzando un eufemismo, di Frosinone e dell'hotel che lo stava ospitando:

Eccoci qui, arrivato a Frosinone, città talmente brutta che l’Unesco ha proposto di cancellarla proprio dalle mappe. Questo albergo è perfettamente in linea con la città. Mi ha fatto venire una tristezza nel cuore incredibile. Adesso piango un attimo e poi vado avanti.

Paolo Bonolis, tramite i social, come già anticipato senza fare esplicitamente il nome di Cartasegna, ha commentato quanto accaduto con queste parole:

Hanno organizzato questa superba manifestazione di Frosinone, che ha contato 11mila spettatori, uno splendido incasso, siamo stati tutti contenti. Il Cers ringrazia la città di Frosinone, l'incasso è stato importante. Poi, se qualche, come dire, io dire cogl*one dice delle cose di Frosinone che sono sgradevoli, perché ascoltare un cogl*one se c’é tutto il resto del corpo? Siamo tutti contenti!

Marco Cartasegna, resosi conto dell'autogol, ha proceduto con un doveroso video-messaggio di scuse. Il contenuto è stato riportato dal sito Isa e Chia:

Faccio questo video per chiedere scusa. Arrivato a Frosinone, ho pensato di fare un video ironico come sempre, solo che stavolta non è stato ironico né simpatico, ma offensivo. Mi rendo conto che il messaggio è stato offensivo. Non era assolutamente la mia intenzione. Mi rendo conto che non faceva ridere nessuno. Mi dispiace, ho fatto un errore. Ho tolto il video dopo pochi minuti e mi sono scusato, ma evidentemente non è servito perché sono giorni che vengo insultato e minacciato. Non è questo il motivo per cui faccio il video, il motivo è per chiedere scusa a chi non ha visto le mie stories precedenti. Mi dispiace aver offeso la città e i suoi abitanti, mi dispiace aver messo in cattiva luce il gruppo meraviglioso di cui faccio parte. Sono orgoglioso di andare in giro in campi di Serie A e in campetti di provincia a fare questi eventi di beneficenza. Mi dispiace davvero tanto, chiedo scusa a tutti.

  • shares
  • Mail