Non si sa per quale motivo, ma quella degli ultimi tempi è una Lorella Cuccarini un po’ piccante. Dopo le recenti dichiarazioni rilasciate a Gente, anche stavolta, intervistata da Oggi, la conduttrice di Domenica In ha affrontato il tema dell’educazione sessuale da impartire ai figli (non sarà mica che i giornalisti ultimamente la interroghino solo su questi argomenti?). La 47enne, che di figli ne ha 4, ha dichiarato in merito:

Ne ho parlato con semplicità fin da quando erano piccoli. Niente storie di bambini che nascono sotto un cavolo o portati dalla cicogna. Ma bimbi che nascono da un atto d’amore fra mamma e papà, che si stringono in un abbraccio forte forte. Ho parlato degli organi di riproduzione, mettendo però l’accento sull’amore che deve sempre accompagnare l’atto sessuale, che altrimenti diventa una sorta di ginnastica, come ce la propinano in molti casi i mass media. Anche le lezioni di sessuologia a scuola vengono svolte in modo tecnico e non si parla mai d’amore. I miei figli sono rimasti delusi da questo tipo di comunicazione così fredda e meccanica. Io sono alla Venditti: “Non c’è sesso senza amore”. Per me parlare di amore è il fondamento di ogni tipo di educazione sessuale. Il nostro corpo è sacro e va protetto dalla banalizzazione, dalla volgarità.

La Cuccarini ha rivelato di non apprezzare le mamme amiche:

La mamma resta la mamma, dà le regole, non giudica ma nemmeno è complice. Deve essere un porto, qualcosa di solido cui appigliarsi nei momenti di difficoltà, ma non l’amicona con un rapporto alla pari.

E non solo. La moglie del produttore Silvio Testi si descrive come una mamma severa. La quale per esempio direbbe di no alla richiesta di suo figlio (la più grande dei quattro è Sara, 18 anni) di dormire a casa insieme alla fidanzata…

Sono contraria ad aprire la porta di casa per la notte al partner o alla partner dei miei figli, anche quando saranno grandi.

Troppo severa? Sentite questa:

Io sono contraria anche alla convivenza. Se i miei figli decideranno di provarla io non giudicherò, né imporrò nulla, ma la sconsiglierò.

Rigore, prima di tutto.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto