Francesco Monte a Verissimo: "Sono sempre stato timidissimo. Recitazione e canto mi hanno salvato"

Francesco Monte, dopo l'esperienza a Tale e Quale Show, ha raccontato di aver sconfitto una volta per tutte la sua timidezza. "Ai ragazzi introversi come me consiglio di buttarsi e di vivere la vita"

Una lunga intervista quella rilasciata da Francesco Monte a Verissimo questo pomeriggio, dove nello studio di Silvia Toffanin ha raccontato anche qualche chicca della sua esperienza televisiva a Uomini e Donne, di fatto suo primo debutto in tv.

"Eri giovanissimo, avevi soltanto 21 anni" gli dice Silvia Toffanin, prima di proporgli di cantare a cappella una canzone a sua scelta.

"Io  non ho mai fatto tante cose che appartenessero a questo mondo, non ci avevo mai pensato. Non mi era mai venuto in mente per timidezza. Mi proponevano di fare l'attore ma dicevo di no perché mi vergognavo, mi proponevano di cantare in pubblico ma dicevo di no perché mi vergognavo. Ecco, ad oggi la cosa che posso consigliare a tutti i ragazzi che magari vivono uno stato di timidezza come me è quello di buttarsi. Il fatto è che a volte il canto, oppure la recitazione, ti permettono di aprirti, di lasciarti andare. Io quando recito e quando canto mi sento così, come se un peso che nel petto se ne andasse".

Uno stile di vita, quello che Francesco Monte sogna di portare avanti, molto sereno. Francesco, infatti, "non vuole vivere per lavorare":

"Non c'è scritto da nessuna parte che si debba passare tutta la giornata e passare soltanto poche al giorno con la famiglia".

E a proposito di famiglia, Francesco conclude l'intervista parlando anche della sua nuova compagna, Isabella, una ragazza di Molfetta:

 "Come si suol dire, 'moglie e buoi dei paesi tuoi'. Lei è di Molfetta, abitiamo a soltanto 100 chilometri di distanza. [...] Con lei sto badando maggiormente alla privacy. La cosa più speciale che ha lei? La estrema normalità, e su questo ci ritroviamo molto. Pur lavorando io in questo ambiente e lei facendo la modella, riusciamo a conservare la nostra normalità. Ci troviamo sempre giù, a Taranto, circondati dagli amici di sempre, e stiamo molto bene così".

 

  • shares
  • Mail