Silvio Muccino lascia il cinema per diventare falegname

L'ex enfant prodige della settima arte ha aperto un mobilificio in Umbria.

Silvio Muccino, attore, regista e fratello minore del regista Gabriele, ha deciso di abbandonare il cinema per aprirsi un mobilificio in Umbria di prodotti fatti a mano per la casa.

A scriverlo il settimanale Chi nelle Pillole di Gossip:

Da tempo ormai si sono perse le tracce di Silvio Muccino enfant prodige del cinema italiano e fratello del regista – scrive  Silvio ha lasciato i set per trasferirsi in Umbria e coltivare la sua grande passione: lavorare il legno. Infatti, ha aperto un mobilificio di prodotti fatti a mano per la casa. E il suo marchio va a ruba”.

Muccino junior ha all'attivo tre film da regista tra il 2008 e il 2015 che non hanno incassato molto al botteghino, esordendo sul set in Come te nessuno mai diretto dal fratello, con il quale non va molto d'accordo. Celebri sono le liti tra i due fratelli, con Silvio rinviato a giudizio nel marzo 2019 per diffamazione nei confronti di Gabriele.

  • shares
  • Mail