Ludwig Koons, il figlio di Cicciolina: "Non sono stato denunciato" (video)

Le prime dichiarazioni di Ludwig Koons a Live Non è la D'Urso

Ludwig Koons ospite di 'Live Non è la D'Urso' di lunedì 11 novembre 2019 assieme alla mamma Ilona Staller, ha raccontato, per la prima volta, la propria versione dei fatti, su un episodio che ha riempito, per giorni, le pagine dei quotidiani e siti italiani. Il ragazzo, secondo quanto riporta la stampa, sarebbe stato denunciato perché trovato in possesso di sostanze stupefacenti nella propria abitazione, occupata, in quel momento, da tre ragazzi africani con una valigetta sospetta.

Ecco le parole del figlio dell'ex pornostar rilasciate a Barbara d'Urso:

Koons: "Ho un'abitazione che affittiamo come bed e breakfast. Stavano facendo una ristrutturazione dove ho un allevamento di cani. Ero partito per Parigi. Mio padre ha fatto un'opera contro le vittime del terrorismo. Loro già stavano in quell'abitazione (ha specificato che i tre ragazzi erano gli operai incaricati del rifacimento dell'appartamento, ndb). Come sono ritornato a Roma, è successo questo fatto. Non sono stato denunciato. Non hanno trovato niente, come un bilancino. E' stata trovata una valigetta, in possesso di questi africani, con delle sostanze. Sono stati portati via. Quello che è stato riportato dai giornali, non mi risulta. I tre ragazzi sono stati arrestati, io sono stato prosciolto. Non ho nulla da nascondere".

  • shares
  • Mail