Raffaella Fico: "Non voglio far vivere a mia figlia la rassegnazione di subìre insulti razzisti"

"Mia figlia vittima di razzismo", la showgirl racconta l'episodio riguardante sua figlia nata dal rapporto con Mario Balotelli.

A Storie Italiane ritorna Raffaella Fico. Dopo la puntata di giovedì dove l'attenzione si è concentrata sul caso Mario Balotelli, coinvolto da insulti razzisti piovuti durante la partita di campionato Verona-Brescia, stavolta la showgirl ed ex gieffina racconta una situazione analoga ancor più grave e delicata. Riguarda la figlia nata dalla storia d'amore con Mario Balotelli, Pia:

Mia figlia non conosce cosa vuol dire il significato di 'razzista', noi le trasmettiamo dei valori ma il razzismo non esiste. Mi auguro che negli anni vada un po' a scemare questo problema, il razzismo è una forma d'ignoranza e bisogna combatterlo. Non avviene solo nel calcio ma purtroppo anche in altri ambienti.

Maria Teresa Ruta, a proposito del caso Balotelli, si scontra con Raffaella Fico e ritiene che la reazione del giocatore sia stata eccessiva: "Hanno sbagliato ad insultarlo, ma lui a sua volta ha sbagliato a reagire aizzando gli insulti. Devi dare il tuo pensiero" l'ex fidanzata replica: "Purtroppo le reazioni in quel momento non le puoi gestire".

Due vicende che scuotono la vita di Raffaella, lei si mostra comunque determinata nel combattere il mostro del razzismo, soprattutto per proteggere sua figlia: "Io di farle vivere la rassegnazione di andare in giro con queste persone che insultano non ci sto". Oggi Pia ha la possibilità di andare a scuola e trovarsi in mezzo a bambini di diverse etnie, Eleonora Daniele domanda alla sua ospite qual è il consiglio che darebbe alla piccola:

Quello di andare avanti e di non ascoltare queste persone. Sono esseri inferiori da allontanare e da non prendere in considerazione.

 

  • shares
  • Mail