Kristen Stewart e lo 'scandalo' Rupert Sanders: "ci fu solo un bacio"

Kristen Stewart all'attacco della Hollywood maschilista e ipocrita.

Dal prossimo weekend nei cinema d'America con il reboot di Charlie's Angels, Kristen Stewart è tornata con la memoria al 2012, quando venne paparazzata tra le braccia di Rupert Sanders, regista di Biancaneve e il Cacciatore. All'epoca la diva di Twilight era fidanzata con Robert Pattinson, mentre Sanders era sposato. Successe il finimondo, ma ora Kristen ha provato a fare un po' di chiarezza al The Howard Stern Show.

Non ci sono andata a letto. Questa è l'intervista più onesta di sempre. No, non ci sono andata a letto. Se l'avessi detto all'epoca chi mi avrebbe creduto? Sembrava tipo, lo sai, hai pomiciato con uno in pubblico, il che fa sembrare che tu ci abbia fatto sesso. Comunque non era un flirt innocente.

Non a caso dopo quello 'scandalo' la Stewart venne tagliata fuori dal sequel Universal, interamente riscritto e centrato sul Cacciatore Chris Hemsworth.

Oggi viviamo in tempi diversi, mentre allora. Tutto quel darmi della sgualdrina fu assurdo. E dovevano farmi fare quel film! Sarebbe stato molto meglio. Non mi hanno messo nel film perché ho attraversato uno scandalo super pubblicizzato e hanno avuto paura. Ero davvero giovane, non sapevo come gestire la situazione. Ho fatto degli errori, ma questi sono solo affari miei. Il mio lavoro è stato ignorato in un modo frivolo, stupido e meschino. Un gruppo di adulti che gestiscono gli studios e fanno film? Onestamente, l'industria cinematografica di Hollywood è basata sulla paura. Penso siano degli idioti, perché se ti prendi un piccolo rischio e fai qualcosa di buono, la gente lo guarderà e ti ripagherà.

Mai banale, Kristen Stewart ha fatto coming out negli ultimi anni. Al suo fianco, al momento, c'è la bella Dylan Meyer.

Fonte: MetroUk

  • shares
  • Mail