Raoul Bova: "Matrimonio con Rocio? Arriverà al momento giusto"

L'attore si racconta fra amore, famiglia e lavoro dalle pagine di "F".

Amore, lavoro e famiglia. Raoul Bova è pienamente soddisfatto su tutti i fronti, nonostante i mille impegni riesce a concedersi qualche giorno di riposo come in questo periodo anche se per cause di forze maggiore dovute ad un mal di schiena che lo tiene serrata in casa.

In un'intervista ad F parla di questi tre importanti fattori che caratterizzano la sua vita. Al suo fianco c'è Rocio Munoz Morales e con lei Luna e Alma rispettivamente di tre e un anno, frutto di un amore che prosegue a gonfie vele, ma il matrimonio?: "Arriverà al momento giusto e quando succederà stia certa che Rocío sarà la prima ad accorgersene" lei, che ha fatto breccia nel cuore dell'attore per tante qualità:

Parla con i fatti, non vuole convincere la gente a vederla in un certo modo, né giudica o si cura del giudizio altrui. È forte di quello in cui crede e di quello che siamo noi.

Vicino a spegnere le prime 50 candeline, Raoul vede il suo percorso di vita in modo totalmente consapevole e libero:

Anche se non esiste un’età specifica in cui diventi più maturo, quando ti avvicini ai 50 anni perdi meno tempo. La vita spesso ti toglie tanto ma non puoi permetterle di levarti la spensieratezza e soprattutto la curiosità. Trovo molto saggio riuscire a vivere sempre con la stessa onestà che si aveva a 15 anni.

A proposito di adolescenza, Raoul ha anche due figli che stanno nella fascia d'età "millennial" ovvero Alessandro e Francesco, nati dalla storia d'amore con Chiara Giordano terminata nel 2013, quando i due si sono separati. Il rapporto tra padre e figli sembra andare d'amore e d'accordo:

A loro parlo delle mie esperienze, ma non le considero un assoluto: ci confrontiamo, ci ascoltiamo e mettiamo in tavola le varie convinzioni. E mi rendo conto che su alcune cose hanno ragione.

E al solo pensiero di diventare nonno... "Santo cielo! Sono ancora ragazzi, mi sembra un po’ presto, anche se non sarebbe sconvolgente". Per Bova la famiglia tradizionale non esiste e, prendendo d'esempio "La famiglia Addams" di cui lui sarà doppiatore di uno dei celebri personsaggi (Fester), dice:

I suoi membri sono “diversi” dai canoni comuni eppure coerenti con loro stessi, anche se in chiave dark. Si vogliono bene, a modo loro. Credo che ogni famiglia trovi il proprio equilibrio.

L'amore, un sentimento che dimostri "conquistando senza grandi gesti o artifici, ma mostrando chi sei davvero e basta" dice :

Con l’età cambi, smussi gli angoli del carattere e diventi più rilassato, abbassi la guardia e permetti a chi ami di vederti senza sovrastrutture e di guardarti al di là della gelosia o della permalosità.
  • shares
  • Mail