Manuel Bortuzzo: "Tornerò a camminare, la mia lesione spinale non è completa"

Una splendida notizia quella condivisa da Manuel ieri sera, a Che Tempo Che Fa. La sua lesione spinale non sarebbe completa, e ciò significa che il ragazzo, un giorno, potrà tornare a camminare.

Una splendida notizia quella raccontata da Manuel Bortuzzo nel suo nuovo libro in uscita, Rinascere, così come ai microfoni di Che Tempo Che Fa, ieri sera. Una notizia che il ragazzo, colpito ben 10 mesi fa da un colpo di pistola che lo ha obbligato sulla sedia a rotelle, conosceva in realtà da tempo, ma che non aveva mai voluto condividere prima.

La lesione spinale che dal momento dello sparo gli ha impedito di camminare, infatti, non sarebbe completa. Proprio per questo, il ragazzo, con tanta forza di volontà e sacrificio, potrebbe ritornare a camminare. "Se il proiettile avesse colpito soltanto 12 millimetri più in basso, avrebbe preso l'aorta addominale e io avrei avuto soltanto 90 secondi di vita. Per 12 millimetri io sono qua, sono vivo" ha spiegato Bortuzzo a Fabio Fazio, aggiungendo:

"La notizia pazzesca, come pazzesco è tutto ciò che ho realizzato in questi ultimi 9, ormai 10 mesi, è che posso tornare a camminare. Si tratta di una notizia che non ho mai voluto condividere, anche e soprattutto perché in questi casi è sempre meglio andarci con molta calma".

"Quindi ti stai preparando a camminare"

gli dice Fabio Fazio e "Sì, è esattamente ciò che sto facendo" gli risponde lui, aggiungendo "Mi ero dato 10 anni di tempo per tornare a camminare, è la mia sfida, ci riuscirò".

Al fianco di Manuel c'è sempre anche il suo papà: "Lui mi sostiene nella vita, e mi sostiene anche in piedi" spiega Manuel, mostrando una foto di lui in piedi abbracciato a papà: "Questa foto rappresenta tutta la mia forza di volontà, e ciò che sto facendo per ricominciare a camminare. Niente di più, niente di meno".

  • shares
  • Mail