Marco Cartasegna e il discorso al Parlamento sul cyberbullismo: "Un onore essere invitato"

L'ex tronista invitato a parlare sul tema, Andrea Damante svela un curioso retroscena che riguarda "il video del coccodrillo"

Per Marco Cartasegna arriva un traguardo inedito per un personaggio televisivo partito dal trono di Uomini e Donne: il Parlamento. No, non si tratta di un'entrata in politica, bensì di un evento ben più prestigioso, un intervento promosso dall'onorevole Federica Zanella (Forza Italia) per riportare alla luce un problema molto sentito nel web come il cyberbullismo e la violenza online.

Fuori dall'animo divertito e dallo sguardo da belloccio, Marco si è fatto serio condividendo uno scatto ripreso dall'aula dove ha esposto il suo discorso e, seguito da una breve didascalia, ha ringraziato chi gli ha dato la possibilità di esporsi:

Un onore essere invitato a parlare al Parlamento, soprattutto se su un tema così importante e che mi sta a cuore come la lotta al cyberbullismo e alla violenza online in generale.

In una pioggia di commenti e reazioni spuntano le parole dell'ex isolano Andrea Preti che ironizza "Subito al posto della Raggi!", del cantante Riki Marcuzzo "Onorevole".

Ma c'è una curiosità che non può non essere notata e a svelarla è Andrea Damante, con la quale Cartasegna mantiene un ottimo rapporto di amicizia: "Penso al video del Coccordrillo" scrive Damante, il riferimento è ad un filmato scherzoso pubblicato da Marco nella quale 'combatte' con un materasso a forma di coccodrillo, da qui il retroscena che non ti aspetti è nella risposta dell'ex tronista: "Tu ci scherzi ma ho saputo che l’Università Luiss non mi ha invitato a parlare dopo aver visto quel video perché ritengono che il mio profilo sia troppo trash"

  • shares
  • Mail