Elena Santarelli a Domenica IN sul figlio Giacomo: "Con quello che ha passato non può subire anche la stupidità degli hater sui social"

La showgirl si commuove ricordando il difficile periodo della malattia di suo figlio Giacomo: "mio figlio ha percepito il terrore nei miei occhi e nei miei gesti"

Ospite di Domenica IN la bellissima Elena Santarelli è voluta tornare sulle difficoltà subìte durante il delicato periodo in cui suo figlio Giacomo Corradi, avuto dalla storia con il calciatore Bernardo, è stato operato per il tumore che poi è riuscito a superare. 6 dicembre 2018, quella data ha segnato una nuova vita per il piccolo e per la sua famiglia, un nuovo sorriso, un nuovo inizio:

Ho preso delle gocce per tranquillizzarmi perchè venivo da 5 giorni senza aver mangiato e dormito, ero molto stanca, ho consegnato mio figlio in sala operatoria ma non sapevo se lo avrei rivisto e come sarebbe uscito fuori dalla sala operatoria.

Nelle ore più concitate Elena, nonostante la paura, ha saputo tirare fuori tempra, forza, carattere da invidiare:

Nella sala d’attesa in sala operatoria, Giacomo mi ha chiesto se poteva morire a causa dell’operazione  e io gli ho detto di no, che durava un’ora e che gli avrebbero tolto quella “bolla” e dopo qualche mese mi ha detto che lo sapeva che avevo paura perchè mi tremava il labbro ed avevo le mani sudate', mio figlio ha percepito il terrore nei miei occhi e nei miei gesti

E' stato il potere della musica ad aiutarla: "In un momento di buio totale e dove avevo bisogno di silenzio attorno, la musica mi aiutato tantissimo." Ora Giacomo sta meglio "Sono felice di vederlo che sta recuperando forze, chili ed energia - dice la Santarelli - ma la verità è che non credo dormirò mai più serena" e aggiunge un'affermazione eloquente, diretta a chi sui social ha avuto da ridire su come è stata esposta la situazione a livello mediatico: "Con quello che ha passato non può subire anche la stupidità degli hater sui social"

La showgirl ha scritto un libro intitolato "Una mamma lo sa", in uscita martedì 22 ottobre: "Con il ricavato posso aiutare la ricerca, il progetto Heal"

  • shares
  • Mail