Giulia De Lellis: "Dopo il tradimento di Andrea Damante, ho paura del genere umano"

Le emozioni di Giulia De Lellis dopo l'uscita del suo primo libro

Giulia De Lellis, nelle scorse ore, ha risposto alle tante domande dei propri followers, su Instagram, curiosi di conoscere i retroscena del primo successo letterario, "Le corna stanno bene su tutto – Ma io stavo meglio senza":

"Mi sento ancora più vicina a voi. E ora che lo sanno tutti cambia poco. Se non in meglio... Per me non è una vergogna. Ho scelto di condividere perché è stato come fare una terapia e ho pensato che magari avrebbe potuto aiutare anche qualcuno che sta come stavo io. Magari non tanto. Magari non tutti, ma credo che in momenti come quelli una buona compagnia fa bene al cuore".

La giovane influencer ha raccontato, inoltre, il proprio stato d'animo, ogni volta, che rilegge un capitolo di questo romanzo autobiografico:

"Quando lo leggo mi manca ancora il fiato. E' bello, è vero, è come se fosse il mio diario segreto. E' mio, è stranissimo"

L'ex corteggiatrice di 'Uomini e Donne' non si è affatto pentita di aver raccontato tutte le fasi del tradimento di Andrea Damante:

"A volte mi è capitato di maledirlo. Ma lo rifarei ancora. Quindi non mi pento"

L'ex gieffina ha, inoltre, rivelato di aver pianto tantissimo durante tutte le fasi di scrittura e lettura di questo libro:

"Piangevo anch'io mentre lo scrivevo. Non so neanch'io di preciso come... ma ci sono riuscita"

La storia d'amore con il deejay ha lasciato ferite indelebili nel cuore di Giulia:

"Ho paura del genere umano. Dicono che è normale"

In un momento di riflessione, la De Lellis, poi, ha deciso di raccogliere tutte le storie dei fan per dare coraggio anche a chi non ha un punto di vista privilegiato sulle cose del mondo:

"Le vostre storie mi piacciono. Ogni giorno ricevo email, messaggi privati e commenti dove mi capita di leggere cose assurde […] Storie che fanno riflettere […] Ho scoperto di essere un soggetto tendente alla noia ed estremamente curioso […] Oltretutto sapete che i social possono avvicinarci? […] Così ho pensato ad una piccola cosa […] Quanti di voi hanno il coraggio di raccontarsi? Di aprirsi come ho fatto io con voi? […] Pubblicate la foto della vostra storia (con tanto di nome e cognome). La storia di chi ha il coraggio di condividerla con me, con noi".

  • shares
  • Mail