Domenica In, Valeria Fabrizi: "Ho perso un figlio di tre mesi, per 16 anni non lavorai"

L'attrice svela a Mara Venier di aver perso un figlio di tre mesi, e di aver abbandonato la sua carriera lavorativa per ben 16 anni. Sarebbe stata la figlia Giorgia a farla tornare in tv.

Una lunga intervista quella rilasciata da Valeria Fabrizi in diretta a Domenica In, che nello studio di Mara Venier è stata invitata in realtà per parlar di ben altro, ossia del nuovo film di Fausto Brizzi Se mi vuoi bene, nel quale lei ricopre un ruolo da co-protagonista.

Ciò che nessuno si aspettava, tuttavia, è che Valeria all'improvviso decidesse di aprirsi a Mara Venier e a tutti gli spettatori da casa raccontando di un periodo della sua vita molto delicato:

"Ho rinunciato alla mia carriera per ben 16 anni consecutivi. Avevo completamente gettato la spugna, poi quando anche mio marito è venuto a mancare mia figlia Giorgia mi ha detto: "No, mamma, tu devi tornare a lavorare, a recitare""

Ciò al quale Valeria Fabrizi sta facendo riferimento è la prematura scomparsa di suo figlio, perdita della quale mai aveva parlato prima in tv:

"Aveva soltanto tre mesi, ha sofferto per tre mesi e poi è morto. [...] Perdere un genitore è difficile, ma perdere un figlio lo è molto di più"

Anche Mara si commuove, e rivolge a Valeria Fabrizi parole molto sentite:

"Tu Valeria sei sempre uscita in maniera straordinaria da ogni tuo dolore, sei sempre rinata, ed io credo che alla fine chi ha avuto tanti dolori sia un sopravvissuto alla vita".

In conclusione, anche Valeria Fabrizi dedica a Mara Venier parole molto speciali: "Succede questo quando si sta qui con te: si apre il cuore, la mente, i pensieri. Si prova una sensazione molto particolare. Tu riesci sempre a farci tirar fuori quelle cose che non avevamo mai detto pubblicamente, e che forse non vorremmo nemmeno dire. Però da te succede, tu hai questa forza Mara, ed è per questo che ti voglio molto bene: perché sei vera".

  • shares
  • Mail