Andrea Ripa Di Meana: "Lucrezia Lante Della Rovere decide sulle ceneri di mamma Marina"

Le ceneri di Marina Ripa Di Meana sparse nel mare del Monte Argentario? Il no di Lucrezia Lante Della Rovere non piace al fratello Andrea

Andrea Ripa di Meana, ospite di 'Storie italiane', su Rai1', ha raccontato la sua nuova vita dopo la morte dell'adoratissima mamma Marina Ripa di Meana:

Andrea: "Dopo la morte di Marina e Carla è stata molto dura. Dopo trent'anni di vita sempre attorno a lavoro, adesso, va meglio. Ho trovato un lavoro di cui vado molto fiero. Adesso faccio il cameriere e vado vanti. Dieci anni fa, Marina e Carlo mi hanno adottato, mi hanno fatto questo regalo per tutto quello che facevo per loro. Avevo tutto in mano. Mi hanno voluto ringraziare così".

Con la sorella Lucrezia Lante Della Rovere, è in corso una contesa per lo spargimento delle ceneri della defunta madre:

Andrea: "Qualche giorno fa ho sognato Marina, mi diceva che stava molto bene. E, poi, due tre giorni dopo ho visto questa intervista di Lucrezia. Sono trasecolato. Marina lo aveva lasciato scritto. Lucrezia è la figlia decide lei. Io sono il figlio adottivo. Ma non nell'asse ereditario. Il giudice volevano che fossero tutti d'accordo. In quel periodo, Lucrezia e Marina erano bisticciate. E nelle decisioni su Marina, l'unica che può prendere è Lucrezia. Sulle ceneri è un paradosso, che, adesso che è morta vuole tenerla accanto a sé".

Andrea sembra piuttosto convinto che bisogna rispettare le volontà della donna:

Andrea: "Io a Lucrezia voglio bene, ho fatto uno sfogo di impeto, spero che questa cosa che ha lasciato scritto la mamma lo faccia al più presto. Lei ha lasciato scritto che vuole disperdere le ceneri del mare del Monte Argentario dove c'è la tomba di famiglia. La figlia decide".

I rapporti tra i due fratelli, al momento, sono altalenanti:

Andrea: "Ci sentiamo spesso a telefono. Se lei mi chiama rispondo benissimo. A lei voglio bene. Marina ha lasciato scritto la cosa delle ceneri ma deve farlo. Doveva pensare a lei quando stava in vita".

  • shares
  • Mail