James Franco, due studentesse lo accusano di molestie sessuali

Il divo avrebbe sfruttato la propria scuola di recitazione per approfittarsi delle studentesse.

Ancora una pesantissima denuncia di molestie sessuali ai danni di James Franco, in passato già accusato e uscito più o meno indenne dal ciclone Me Too. Sarah Tither-Kaplan e Toni Gaal hanno denunciato il divo de Il Grande e Potente Oz alla Corte Suprema di Los Angeles. A loro dire l'attore e il suo socio Vince Jolivette avrebbero sfruttato l'ormai fallita scuola di recitazione Studio 4, da entrambi aperta nel 2014 tra New York e Los Angeles, per approfittare di giovani fanciulle, tenendo “un comportamento inappropriato, sessualizzando il loro potere di insegnanti e datori di lavoro e offrendo l’opportunità di ottenere dei ruoli nei loro progetti”.

Dopo aver sborsato 300 dollari al mese, le due giovani sarebbero state intimidite, con trattamenti speciali riservati alle ragazze che accettavano di denudarsi davanti a James.

Studio 4 non ha avuto altri scopi legittimi se non quello di ingannare gli studenti ignari e spesso molto giovani e usare i loro soldi e il loro talento per appagare i desideri economici e di sfruttamento degli imputati.

Parole che pesano come macigni, quelle emerse dalle carte, con Franco che avrebbe addirittura tenuto una master class sulle scene di sesso, chiedendo ai partecipanti di spingersi fino al limite. Michael Plonsker, avvocato dell'attore, non ha solo respinto le accuse ma ha anche annunciato una contro-querela per diffamazione.

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail