Ambra Lombardo: "Ho dovuto rifare il seno a causa di un forte dimagrimento" e su Kiko Nalli rassicura "Stiamo insieme"

L'ex gieffina prof rivela cosa l'ha portata a ricorrere alla chirurgia plastica per rifarsi il seno. Sul suo fidanzato: "Abbiamo avuto qualche scontro"

Periodo piuttosto complicato per Ambra Lombardo, l'ex gieffina dell'ultimo Grande Fratello 16 ultimamente é sotto la lente d'ingrandimento per la storia con Kiko Nalli che secondo rumors era giunta a capolinea. Così non sarebbe e a testimoniarlo è proprio la diretta interessata in collegamento telefonico nella trasmissione Non succederà più su Radio Radio:

Io e Kikò Nalli stiamo insieme, siamo fidanzati, abbiamo avuto qualche scontro a causa di qualche mia lamentela. Come ogni donna vorrei il mio uomo accanto. Tante volte la sua mancanza e impossibilità di creare spazi per noi un po’ mi pesa. Ho lanciato qualche piatto, ecco, diciamo così.

La lontananza e gli impegni lavorativi

infatti ostacolano la frequentazione dei due e ciò non sembra essere un punto a favore della loro storia iniziata solo pochi mesi fa fra le mura della casa più spiata d'Italia. Nonostante ciò l'idea della convivenza è stata presa in considerazione tanto che Kiko, sempre nella stessa trasmissione, ha dichiarato che sarebbe pronto ad accogliere Ambra a Roma, in una casa che sta ristrutturando in questo periodo: "Una volta che avrò strutturato la mia vita tutto andrà liscio" precisa lei.

Ambra però è stata al centro dell'attenzione anche per un altro motivo che in parte riguarda la crisi passata con Kikò ed è il ricorso alla chirurgia estetica per maggiorare il seno che, a detta dell'ex prof, è calato a causa di una forte delusione sentimentale che ha combinato un dimagrimento eccessivo, quindi uno svuotamento del seno:

Sono stata poco bene a seguito di un amore malato e di maltrattamenti domestici. Per questo ho perso molto peso e ovviamente il seno.

Una situazione affatto semplice che ha provocato dei problemi piuttosto importanti: "L’errore più grosso che io abbia potuto fare è stato quello di non denunciare".

 

  • shares
  • Mail