Il calciatore Van Dijk: "Ho rischiato di morire per un'appendicite"

Il campione del Liverpool rivela: "Cominciai a scrivere il testamento, nel casso fossi morto avrei destinato una parte di soldi a mia mamma".

Campione d'Europa con il Liverpool, il calciatore olandese Vergil Van Dijk ha rivelato di aver rischiato di morire  nel 2012 a causa di una appendicite: "Avevo già scritto il testamento".

Il giocatore orange, colpito da appendicite, peritonite e infezione renale dopo aver accusato un forte dolore addominale, ha raccontato a Four Four Two:

"Nella stragrande maggioranza dei casi come quello, il paziente muore. In ospedale potevo vedere i tubi collegati al mio corpo, non potevo fare niente. Cominciai a scrivere il testamento, nel casso fossi morto avrei destinato una parte di soldi a mia mamma. Nessuno voleva parlare della mia fine, ma dovevo farlo".

Foto: account Instagram Vergil Van Dijk

  • shares
  • Mail