Valentina Vignali contro gli odiatori del web: "Io denuncio"

La campagna di Valentina Vignali contro gli odiatori del web

Valentina Vignali, oggi, è intervenuta a 'Storie italiane', per raccontare la propria esperienza contro gli odiatori del web che l'hanno duramente attaccata dopo aver rivelato di aver sconfitto un cancro:

"Io ho deciso di parlarne quando la situazione era risolta. Penso che dare un esempio sull'avercela fatta è importante. Non ne ho parlato durante per scaramanzia. Mi ero chiusa su me stessa. Avevo paura, su Internet c'è anarchia. Tutte le persone si sentono in diritto di dire quello che pensano. Leggo tante cattiverie. Molte persone vivono internet come una bolla di sapone non come la realtà".

La giovane influencer ha voluto lanciare messaggi positivi a chi sta vivendo il suo stesso dramma:

"Non è stato facile scrivere quelle cose. Mi seguono anche mamme, parenti che stanno vivendo la malattia. Io non ho mai smesso di giocare a basket che è la mia grande passione. Ho fatto la radioterapia, mi sentivo stanca. Avevo la tachicardia. La gente non sapeva che stavo male e, a volte, mi offendeva. Non ho smesso di giocare perché mi dava forza. Ho ricevuto anche tanto affetto e tante persone che mi scrivono per confrontarsi e dargli un supporto psicologico".

L'ex gieffina, in libreria con 'Forti come noi', però, ha deciso di prendere seri provvedimenti contro gli haters:

"Capisco quello che hanno subito Emma Marrone e Nadia Toffa. E' una cosa allucinante. Sono quasi tutti profili falsi, senza foto. Io denuncio, però. Vado alla polizia postale. Io ho un carattere molto forte. Io ho le spalle molto larghe".

  • shares
  • Mail