Figlio di Bossi denunciato a Firenze per non aver pagato contro di ristorante

Riccardo Bossi è già stato condannato in appello per una truffa ad un gioielliere di Busto Arsizio

Il figlio di Umberto Bossi, Riccardo, è stato denunciato per essere andato via da un ristorante di Firenze senza pagare il conto, 66 euro per una cena per due in un locale in piazza Beccaria. La notizia che riguarda il 40enne primogenito dello storico fondatore della Lega è stata riportata da Nazione e Corriere Fiorentino.

L'episodio sarebbe accaduto sabato sera scorso. Da quanto riportano i due quotidiani, Riccardo Bossi è stato rintracciato in un residence in base al numero di telefono che il ristoratore aveva salvato nella sua agenda quando era stata contattato per la prenotazione. Bossi jr si era allontanato con la scusa di andare a prelevare denaro in contanti dopo che la sua carta non aveva funzionato.

Il ristoratore, assistito dagli avvocati Michele Ducci e Michele D'Avirro, lo ha denunciato per il reato di insolvenza fraudolenta. Riccardo Bossi, residente a Gallarate (Varese) e in passato legato sentimentalmente alla Pupa Rosy Dilettuso, nei giorni scorsi ha ricevuto la seconda condanna in appello per la truffa a un gioielliere di Busto Arsizio: fece shopping di Natale (gioielli per la fidanzata di allora e un costosissimo Rolex) e anche quella volta si 'dimenticò' di passare a pagare.

  • shares
  • Mail