Valentina Vignali e la malattia: "Non mi sono mai abbattuta"

L'ex gieffina su Giulia De Lellis: "Mi sento in sintonia con lei, ho vissuto la stessa situazione del suo libro".

Concorrente del Grande Fratello 16 e cestista, Valentina Vignali ha deciso di raccontare la sua esperienza con il tumore alla tiroide nel libro Forti come noi, in uscita il 24 settembre. Ecco cosa ha dichiarato a Giulio Pasqui di Spy:

"Non mi sono mai abbattuta e ora ne parlo con la speranza di dare un po' di coraggio alle persone che devono affrontare un percorso di radioterapia come il mio. [...] La scoperta risale al 2012: ormai sono abituata a parlarne e sono riuscita a metabolizzare tutto. Anzi, mi piace quando gli altri trovano ispirazione nella mia storia. Ogni volta incontro persone che mi chiedono consigli perchè loro stessi, o i loro parenti, stanno per affrontare un ciclo di radio: io non sono un medico, semmai posso infondere un po' di positività sotto il lato psicologico: quello fa bene a tutti".

Valentina in alcuni momenti ha avuto paura di non farcela:

"Ci sono stati momenti difficili, lo ammetto. Pensi che tre mesi dopo l'operazione della rimozione del tumore, quando pensavo ormai di essere guarita e di avercela fatta, i dottori trovarono altre metastasi nella zona del collo. Ho provato profondo sconforto: avevo paura di dovermi operare e di dover ricominciare tutto da capo".

La Vignali a proposito della storia di Nadia Toffa pensa che "a meno che tu non abbia vissuto in prima persona il cancro, non sei nessuno per giudicare", mentre si trova in sintonia con un'altra autrice sbarcata in libreria direttamente dal piccolo schermo con un volume sulle corna , Giulia De Lellis:

"Io la capisco perchè è successo anche a me, infatti ho letto alcuni stralci del suo libro e mi sono trovata in sintonia con lei. Certo, il mio libro tratta un argomento un po' più serio ma anche il suo può dare conforto a tante ragazze che vivono quella stessa situazione. Quindi, perchè no?

 

  • shares
  • Mail